Come creare un sito web efficace per un Hotel

Esistono diversi motivi validi per cui aprire un sito web per un hotel.

La presenza online, infatti, è fondamentale per diversificare la sola presenza sulle Online Travel Agencies (OTA). Per ampliare le proprie possibilità di vendita, quindi, l’unica soluzione realmente vantaggiosa è realizzare un sito personalizzato per il proprio hotel e comunicare la personalità unica della propria struttura.

Le principali funzionalità che un sito web per hotel deve possedere

La prima caratteristica da curare all’interno di un sito di un hotel sono le informazioni. Infatti, curare la parte estetica non basta. È necessario concentrarsi sui contenuti e nello specifico nel content marketing, ovvero quell’attività che implica la pubblicazione di testi informativi che attraggono l’attenzione degli utenti (uniti a immagini e video di qualità sulla struttura).

Indicare, nel dettaglio, tutte le caratteristiche delle camere e i servizi della struttura in generale è fondamentale, così come devono essere chiariti i termini per la prenotazione e la cancellazione e le tariffe proposte ai visitatori nei diversi periodi della stagione. Chi atterra sul sito deve trovare, in pochi click, tutte le risposte ai propri quesiti.

Seconda caratteristica del sito è l’essere un valido mezzo di comunicazione. Infatti, oltre le informazioni appena indicate, il sito deve essere il mezzo che permette all’utente di chiarire con lo staff della struttura dubbi e fare richieste particolari e personalizzate.

La pagina dei contatti, quindi, è imprescindibile e bisogna indicare in modo chiaro, in questa sezione, le indicazioni per raggiungere fisicamente la struttura (una buona soluzione è inserire un form contatti o un sistema di chat in tempo reale).

Terzo punto da curare con particolare attenzione è il sistema di prenotazione integrato, tramite appositi plug-in, sul sito del proprio hotel. Questo, infatti, consente di poter evitare di pagare pesanti commissioni ai vari sistemi OTA. Quest’azione consente di poter aumentare i propri margini e di poter dare agli utenti immediata conferma della prenotazione, oltre che maggiori benefit.

Infine, non può mancare una buona definizione del proprio brand. Bisogna far risaltare, tramite le varie pagine del sito, le unicità e i punti di forza del proprio hotel. Una buona idea è inserire un Blog che racconti la propria identità e la propria storia. Questo aumenta l’autorevolezza del proprio brand.

Quali sono i vari passaggi da seguire per creare un sito web per hotel?

Dal punto di vista pratico e tecnico, il primo passo da compiere per creare il proprio sito web per hotel è la scelta del migliore servizio di hosting per le proprie esigenze. Contemporaneamente va acquistato anche un dominio. L’hosting è, in breve, lo spazio utile a ospitare il proprio sito. Questo servizio va pagato annualmente e può essere paragonato all’affitto di un negozio dove vendere il proprio prodotto o servizio.

Il dominio, invece, è il nome del proprio sito che distingue l’indirizzo (un po’ come l’insegna di un negozio). Scegliere correttamente il dominio è fondamentale. Il consiglio è quello di inserire il nome del proprio hotel. Attenzione, però, agli hotel omonimi o con nome simile. In questo caso è meglio personalizzare il dominio aggiungendo, al nome dell’hotel, un breve termine che lo distingua dagli altri (ad esempio il luogo dove è ubicata la struttura).

Dopo aver portato il proprio sito online, il passo successivo è la progettazione e la pianificazione delle pagine e delle varie sezioni interne al sito. Queste sono fondamentali perché consentono ai clienti potenziali di navigare in modo semplice e intuitivo all’interno del sito (è importante realizzare un’ottima User Experience). Dare la possibilità agli utenti di trovare velocemente tutte le informazioni è fondamentale per non rischiare di perdere una potenziale vendita. L’utente che ci atterra deve essere in grado di trovare le informazioni che sta cercando nel più breve tempo possibile, ovvero con il minor numero di click possibili.

Passo molto importante è la strutturazione ottimizzata del menù. Tra le pagine che non possono mancare c’è la pagina Chi Siamo. Questa è una precisa dichiarazione di identità del brand aziendale. La propria storia deve essere scritta in modo professionale ma, allo stesso tempo, emozionale. Bisogna raccontare al proprio target ciò che si fa e perché lo si fa. Il suggerimento è di mettere in evidenza i punti di forza e i bisogni che l’hotel riesce a soddisfare. È molto strategico inserire qui una Call to Action (CTA) che spinga l’utente a prenotare un pernottamento in struttura.

Non deve mai mancare la sezione con l’overview delle camere dove presentare cosa l’hotel ha da offrire indicando le tipologie di camere, il numero di ospiti che possono contenere, le foto (da angolature diverse) e, se possibile, una descrizione dell’esperienza che il cliente può vivere soggiornando nell’hotel (senza limitarsi a un mero elenco delle caratteristiche).

La pagina più importante è, sicuramente, quella dei servizi. Questa consente di evidenziare il valore aggiunto del proprio hotel rispetto ai competitor. La distribuzione delle informazioni cambia dal tipo di struttura che si possiede. È più semplice, naturalmente, in caso di piccoli B&B o affittacamere. Necessità più cura dei dettagli in grandi strutture che offrono particolari servizi come centro benessere, tour e così via.

Come già accennato, la pagina dei contatti consente di comunicare, in modo trasparente e veloce, con i propri clienti o potenziali tali. Per poter competere con le OTA è importante far sapere ai propri utenti come comunicare con la struttura, inserendo, ad esempio, un form contatti o un semplice elenco con numeri e indirizzi email utili. Per migliorare questa sezione si può aggiungere un link all’app Google Maps per consentire di trovare facilmente la posizione della struttura.

Una funzionalità fondamentale: le prenotazioni atraverso il sito web

Dopo aver completato tutti i passi principali appena descritti, arriva un passo fondamentale da compiere: integrare la funzione di prenotazione camere e servizi.

L’idea di utilizzare un servizio o software esterno è sconsigliata. Questi sistemi, infatti, sono costosi e vanno aggiornati costantemente. Se si è alle prime esperienze con questi strumenti e si possiede un budget limitato, il suggerimento è quello di affidarsi a WordPress comprando un tema specifico per hotel (con sistema di prenotazione integrato) o scegliendo un tema standard da personalizzare tramite plug-in specifici per le prenotazioni.

Queste soluzioni, anche quando richiedono un pagamento, consentono comunque di risparmiare rispetto ai software esterni.

La gestione delle prenotazioni, invece, dipende anche da come è stato sviluppato il sito. Si possono infatti gestire rispondendo via email alle prenotazioni dei clienti che hanno compilato il modulo di richiesta. In questo modo si potranno offrire offerte personalizzate e servizi aggiuntivi.

In alternativa, si potrà collegare il Property Management System (PMS) al plug-in installato su WordPress. In questo modo si potranno ricevere le prenotazioni sul gestionale e registrare i pagamenti.

L’importanza di aprire un Blog all’interno del sito dell’hotel

Aprire un Blog all’interno del proprio sito significa avere una visione a lungo termine del rapporto con i propri clienti. Questo vuol dire, inoltre, poter avere la possibilità di realizzare un database di contatti di potenziali clienti (oltre quelli che già hanno soggiornato nella struttura) facendoli iscrivere alla newsletter.

Questo consentirà di poter pianificare e realizzare un’adeguata strategia di email marketing, inoltrando delle informazioni di aggiornamento e delle offerte dedicate tramite email. Questa attività consente di poter far diventare un utente un cliente.