Google my business per ristoranti

Google my business per ristoranti

“Ehi Siri, ho fame!” si informa lo smartphone e magicamente si ottiene una lista appetibile di golose possibilità per appagare stomaco e papille gustative, nelle immediate vicinanze dal punto esatto in cui ci si trova.

Vuoi promuovere la tua attività di ristorazione in modo accattivante?
Cosa devi fare per entrare nelle grazie di Siri?

Se hai un’attività di ristorazione, il modo per avere maggiore visibilità su internet è aprire un account Google My Business

Naturalmente dovrai aver cura di alcuni accorgimenti essenziali per rendere la tua pubblicità il più attraente possibile per il cliente che legge.

Inserisci indicazioni precise di localizzazione, di modo che sia facile raggiungerti con il navigatore satellitare, sia in auto che a piedi nel caso di zone limitate al traffico.
Arricchisci il profilo con fotografie accattivanti e di alta qualità delle tue proposte culinarie, condite da una descrizione dettagliata di ogni piatto.
Attraverso un’immagine dovrai trasmettere i 5 sens, il cliente dovrà:

  • vedere un’ottima presentazione del cibo, che faccia sognare, che faccia desiderare di affondare quanto prima la forchetta nel piatto
  • sentire il calore del piatto appena preparato al momento ed appositamente per lui/lei
  • toccare (in questo caso con gli occhi ed attraverso l’immagine) la consistenza della pietanza, sia essa croccante o cremosa, non importa, ma la sensazione dovrà essere la medesima
  • odorare ogni ingrediente, ben amalgamato e dall’inconfondibile singolo aroma, ben disposto
  • gustare con lo sguardo, ma essere già seduto al tavolo con la mente

Con una singola immagine puoi trasmettere ciò che vuoi ed è proprio in quell’immagine che si nasconde il modo migliore per sttirare il cliente.
Aggiungi la possibilità di recensire il tuo ristorante di modo che i tuoi clienti possano elogiare il tuo locale e gli avventori ne siano incuriositi a tal punto da voler provare le prelibatezze che proponi.

Una descrizione accurata dei dettagli accompagnata da immagini della location, cattureranno l’attenzione degli avventori sul web.

Il prodotto si vende meglio quando è esposto in vetrina e l’ingrediente principale della tua vetrina virtuale sai qual è?

Il Menù del tuo ristorante su Google my business

Ricordati sempre che è l’arma vincente per la promozione del tuo locale, dove dovrai descrivere minuziosamente in modo curioso ma raffinato ogni portata, essere chiaro e trasparente con i prezzi, il cliente lo apprezzerà tantissimo e saprà già farsi un’idea della quantità di portate da deliziare da solo o in compagnia, numerosa o non che sia.

Una descrizione dettagliata della tipologia di cucina che offri, sarà un fiore all’occhiello nella tua presentazione, quel punto in più visto di buon occhio.

Informa i clienti se sei attrezzato per piatti glutin free, vegan o similari.

Fai una descrizione il più dettagliata possibile dei servizi che offri:
se hai una cantina di vini all’interno del locale, se c’è una sala riservata a chi porta con se il suo fedele amico a quattro zampe, se effettui il servizio take away, se effettui servizio a domicilio e tanti altri servizi aggiuntivi.

  • differenziati con un logo personalizzato, distintivo ed accattivante che possa attrarre il cliente verso la tua vetrina virtuale.
  • elenca le modalità di contatto telefonico e via e-mail in modo chiaro, dettagliato e semplice da trovare sulla pagina, con modalità di attivazione istantanea con un click.
  • indica se vi è la possibilità di prenotare un tavolo tramite i social media e se aderisci a piattaforme di scontistiche promozionali.
  • condividi con il lettore le modalità di pagamento accettate.

La buona presentazione di un locale anche modesto, attirerà molta più clientela di un locale di lusso mal pubblicizzato.

Per questo motivo affidati a personale qualificato esperto del settore per aiutarti a creare la tua vetrina online vincente.
Cosa stai aspettando? Molti clienti affamati stanno aspettando di scoprire il tuo ristorante e le prelibatezze che offre.